OFF.F - Offerta formativa
MIUR
in collaborazione con CINECA
Cerca

Università
Università degli Studi di TORINO

Classe di laurea
LM-88 Sociologia e ricerca sociale

Nome del corso
Sociologia

Facoltà del corso
SCIENZE POLITICHE

Altre Facoltà
ECONOMIA
LETTERE e FILOSOFIA
SCIENZE della FORMAZIONE

Sito del corso
http://www.scipol.unito.it/index.php?item=4,37,65,0

Obiettivi formativi qualificanti della classe: LM-88 Sociologia e ricerca sociale
I laureati nei corsi di laurea magistrale della classe devono:
- possedere una conoscenza avanzata delle discipline sociologiche ed un'elevata capacità di analisi ed interpretazione dei fenomeni sociali;
- possedere una conoscenza avanzata delle discipline di base nell'area delle scienze sociali e di quelle economiche, statistiche, filosofiche, storiche, giuridiche e politologiche;
- possedere una conoscenza avanzata delle discipline affini a quelle sociologiche in relazione ad uno specifico settore di applicazione;
- possedere competenze metodologiche avanzate relative alla misura, al rilevamento e al trattamento dei dati pertinenti la ricerca sociale, e più in generale all'analisi del funzionamento delle società complesse in generale e in particolare in uno specifico settore di applicazione;
- possedere conoscenze avanzate delle teorie e dei metodi per l'analisi comparata delle società;
- essere in grado di svolgere analisi avanzate degli effetti sociali e culturali dei processi di globalizzazione;
- essere in grado di operare in strutture di ricerca sociale, o anche di apprendimento, sviluppo e diffusione della conoscenza sociologica in ambito nazionale ed internazionale, con un elevato grado di autonomia e responsabilità;
- essere in grado di utilizzare fluentemente almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari;
- possedere adeguate competenze e strumenti per la relazione;

Sbocchi occupazionali previsti dai corsi di laurea sono in attività professionali di consulenza specialistica nella ricerca sociale, di analisti di organizzazione, di analisti delle politiche pubbliche, di esperti nella gestione delle risorse umane.

Ai fini indicati, i curricula della classe:
- comprendono attività dedicate all'acquisizione di conoscenze avanzate nei campi principali della teoria sociologica, nonché dei metodi e delle tecniche propri della sociologia nel suo complesso; all'acquisizione di conoscenze avanzate nel campo delle altre scienze sociali e in quello economico, statistico, giuridico e politologico; alla modellizzazione e all'analisi comparata di fenomeni sociali e culturali;
- comprendono l'acquisizione di conoscenze avanzate per la predisposizione e la conduzione di progetti nel campo della ricerca sociale in generale e in uno specifico settore;
- prevedono, in relazione a obiettivi specifici, attività esterne come tirocini formativi presso enti o istituti di ricerca, laboratori, aziende e amministrazioni pubbliche, e soggiorni di studio presso altre università italiane ed europee, anche nel quadro di accordi internazionali.

Sintesi della consultazione con le organizzazioni rappresentative a livello locale della produzione, servizi, professioni
Il 6 maggio 2008, alle ore 10, presso la Sala lauree della Facoltà di Lettere e Filosofia si svolge l'incontro con le parti sociali, come stabilito dall'art. 11, co. 4, del D.M. n. 270/2004.
Il prof. Bagnasco, presidente per due mandati del Corso di laurea specialistica interfacoltà in Sociologia, espone le caratteristiche e la progressiva evoluzione del Corso di laurea, ormai assestato per numero di studenti e laureati. La formazione è garantita da una solida preparazione teorica e metodologica che, insieme alla conoscenza di più campi applicativi, permette progetti personali in qualsiasi ambito lavorativo aperto a un sociologo, così come l'accesso a carriere in istituzioni di ricerca avanzata accademiche e non. Data la formazione interdisciplinare e la preparazione in metodologia della ricerca qualitativa e quantitativa, il laureato magistrale sarà in grado di competere in diversi mercati del lavoro.
Si apre poi un'ampia discussione: in particolare, vi partecipano attivamente rappresentanti di Fondazioni, Centri culturali e di enti pubblici (Provincia, Regione), esprimendo un giudizio di generale apprezzamento sul progetto formativo. Si ribadisce la necessità di mantenere stretti contatti affinché il percorso formativo sia aderente alle richieste del mondo del lavoro. Di particolare interesse è la proposta di organizzare esperienze di ricerca collegate alla tesi di laurea, come anche soggiorni di studio e stages all'estero.
Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo
Nella sua proposta iniziale il corso di laurea non prevede una articolazione in più curricula.
Si ritiene che una solida preparazione teorica e metodologica sia indispensabile a ogni progetto personale futuro in qualsiasi ambito lavorativo aperto a un sociologo, così come una conoscenza di più campi applicativi permetta una formazione adeguata anche a chi intendesse proseguire in una carriera più orientata all'analisi teorica dei processi sociali contemporanei, in istituzioni di ricerca avanzata. L'esperienza fatta nel corso precedente suggerisce di iniziare in questi termini la prima sperimentazione del nuovo corso, con alcune precisazioni. Anzitutto sarà possibile eventualmente immaginare in futuro più di un curriculum: lo rende possibile l'adozione di intervalli di CFU, mentre le opportunità, le direzioni e i modi deriveranno dall'esperienza. Questa prudenza progettuale è suggerita sia per il buon impiego delle risorse attualmente disponibili, sia in vista di una prima verifica del funzionamento del corso e del gradimento degli studenti. Nel progetto comunque si distingue, nelle "attività caratterizzanti", un nucleo di discipline sociologiche che potranno essere scelte in fase di attuazione fra quelle con maggiori valenze teoriche e metodologiche, mentre viene mantenuta una offerta ampia di insegnamenti sia di sociologia applicata, sia di altre discipline che permettano agli studenti di costruire percorsi diversificati. Inoltre, sono possibili esperienze di tirocinio e di attività altre. La prova finale, che assume una rilevanza particolare, potrà essere orientata in modo chiaramente distinto a seconda del progetto dello studente.
In termini generali, l'offerta formativa prevista risponde alla richiesta di figure professionali in grado di utilizzare al meglio le conoscenze specialistiche e le metodologie delle scienze sociali, e più nello specifico, sociologiche. La capacità di interpretare le tendenze e le opportunità di sviluppo della società contemporanea, nei suoi diversi ambiti di organizzazione funzionale e territoriale, è una risorsa sempre meno riducibile a un generico intuito e tanto meno alla argomentazione lontana da una continua verifica empirica. Un sapere tecnico propriamente sociologico correttamente sviluppato si è rivelato una risorsa importante per attrezzare o dare esecuzione a scelte di organizzazioni pubbliche e private. In queste, i sociologi sono in grado di assumere funzioni di analisi organizzativa, gestione delle risorse umane, progettazione e gestione dell'informazione. E' anche evidente la possibilità che sociologi ben preparati hanno di operare nel campo delle politiche sociali, culturali, educative, dell'immigrazione, ambientali, economiche e del lavoro. La specializzazione sociologica è poi necessaria come strumento per monitorare aspetti diversi del cambiamento sociale, a uso dell'opinione pubblica e per decisori istituzionali. Lo dimostrano la diffusione di istituti di ricerca, di osservatori specializzati di fenomeni sociali, di società di ricerche demoscopiche e di marketing, di centri studio, e la diffusa presenza di sociologi in queste attività. Le capacità maturate nel corso, specie quelle in un percorso individuale più di tipo teorico-metodologico, sono poi congrue per accedere a dottorati in scienze sociali in Italia e all'estero.

Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i Descrittori europei del titolo di studio
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Il laureato magistrale in sociologia disporrà di conoscenze teoriche e metodologiche, apprese nel nucleo centrale delle discipline caratterizzanti, adeguate per progettare ricerche con ipotesi elaborate in riferimento alla letteratura internazionale pertinente. In particolare, sarà in grado di disegnare e mettere in atto ricerche empiriche nei diversi ambiti delle discipline sociologiche applicate, un rilevante insieme delle quali è proposto nel progetto.
Sarà inoltre in grado di valutare la rispondenza della conoscenza così prodotta a criteri e possibilità di intervento pratico. Sarà addestrato anche a interagire con altri specialisti di scienze sociali per sviluppare ipotesi interpretative complesse necessarie per la lettura della società contemporanea.
Avrà inoltre sviluppato una particolare sensibilità alla valutazione comparata di processi e problemi sociali in differenti ambienti organizzati e paesi: a questa sarà data particolare attenzione in fase di attivazione del corso.
Per conseguire questi obiettivi si ritiene di integrare lezioni, seminari e attività di laboratorio al fine di sviluppare un confronto attivo tra docenti e studenti, nonché tra gli studenti stessi.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
Il laureato magistrale in Sociologia per progettare e condurre le sue ricerche sarà in grado di utilizzare metodi e tecniche di tipo quantitativo e qualitativo. In particolare, potrà disporre di tecniche per sondaggi di opinione, indagini di mercato, indagini etnografiche, studi di sistemi socio-economici locali, analisi critica di politiche sociali. Particolare attenzione sarà stata data alla sua preparazione statistica sia relativa al reperimento di differenti basi di dati nazionali e internazionali, sia all'elaborazione e analisi dei dati stessi. Avrà anche sperimentato una piena pratica di uso di tecniche informatiche e packages statistici. A questi fini saranno anche predisposti laboratori di metodologie quantitative e qualitative.
Il laureato magistrale potrà collaborare all'elaborazione di politiche pubbliche, avendo a disposizione esperienza su esiti di queste in contesti internazionali diversi, con conoscenze dei meccanismi del loro funzionamento che la ricerca sociale ha individuato e formalizzato a questo riguardo.
Un'attenzione agli effetti e usi pratici della conoscenza sociologica sarà anche considerata, nel progetto del corso, come una componente decisiva delle capacità di analisi di chi piuttosto si occuperà di ricerca teorica.
Per raggiungere questi obiettivi verrà posta particolare attenzione, sul piano didattico, alla ricostruzione del profilo teorico e metodologico delle questioni affrontate e alla problematizzazione dei temi di ricerca trattati. Da questo punto di vista, l'elaborazione della tesi conclusiva costituirà un'esperienza rilevante per mettere a punto e verificare a livello applicativo le conoscenze acquisite.
Autonomia di giudizio (making judgements)
Una buona preparazione teorica e tecnica definirà una figura forte di sociologo capace di autonomia di giudizio, vale a dire capace di fare valere le ragioni di una conoscenza teoricamente ed empiricamente fondata nella ricerca di soluzioni pratiche e politiche di un problema.
Il laureato magistrale avrà anche acquistato capacità autocritiche e una sensibilità deontologica maturate a partire dal confronto con la tradizione classica della disciplina, a tale sensibilità particolarmente attenta, e ispiratrice della sociologia contemporanea.
Sarà in grado di fare valere il punto di vista sociologico nel confronto interdisciplinare, dal momento che questo punto è costitutivo della sociologia bene intesa, come scienza generale della società, capace di articolarsi con le diverse scienze sociali e umane specializzate.
A tal fine saranno favorite esperienze didattiche fortemente interattive, incentivando occasioni di confronto sia attraverso discussioni in aula, sia attraverso la possibilità di elaborare relazioni scritte a livello individuale e di gruppo. Inoltre, l'autonomia di giudizio costituirà oggetto di particolare attenzione e valutazione nel corso dell'elaborazione della tesi conclusiva e della sua discussione.
Abilità comunicative (communication skills)
Il laureato magistrale in Sociologia avrà acquisito capacità di dialogare con altri ricercatori di discipline diverse e con operatori in contesti organizzativi e politici diversi.
Come è noto, esiste un problema di comunicazione per ogni disciplina tecnica, che si manifesta in un modo particolare nell'uso di linguaggi specialistici e di modelli formali. Sarà particolarmente curata la capacità di rendere comunicabili anche a un pubblico e a utilizzatori non specializzati i risultati delle ricerche, attraverso un'attenzione particolare a questo aspetto nelle prove di esame e nella valutazione di testi scritti.
Capacità di apprendimento (learning skills)
Lo spettro ampio e diversificato dei percorsi formativi previsti è anche da considerare favorevole all'acquisizione di capacità generali di apprendimento elastico. Queste potranno anche essere sviluppate nell'ambito di opportune attività di tutorato, orientate a favorire incroci disciplinari suggeriti contemporaneamente da più docenti.
In laboratori e seminari i laureati magistrali avranno sperimentato anche modalità di lavoro di gruppo, acquisendo così competenze importanti per integrarsi in gruppi di ricerca e ambienti di lavoro.
L'impostazione della didattica e, in particolare, la rilevanza assegnata alla preparazione della tesi conclusiva permetteranno di acquisire sia capacità analitiche e metodologiche di tipo specialistico sia competenze critiche e riflessive, quali attrezzi fondamentali da utilizzare nella propria carriera professionale.

Conoscenze richieste per l'accesso
Per tutti gli studenti, l'accesso è condizionato al possesso di requisiti curriculari, definiti nel regolamento didattico del corso di studio. Indipendentemente dai requisiti curriculari, per tutti gli studenti è prevista una verifica della personale preparazione, con modalità definite nel regolamento. Non sono previsti debiti formativi, ovvero obblighi formativi aggiuntivi, al momento dell'accesso.

Caratteristiche della prova finale
La prova finale consiste in una tesi scritta, elaborata dallo studente in modo originale sulla base di una ricerca teorica o empirica, sotto la guida di uno o più docenti relatori. La valutazione della tesi terrà conto anche della capacità del laureando magistrale di argomentare in modo chiaro e rigoroso nel corso della discussione con la Commissione di laurea.
La prova finale costituisce un momento fondamentale che integra e completa il percorso di studi, indirizzando a ulteriori livelli formativi avanzati o a specifici ambiti professionali.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati
Data la formazione interdisciplinare e la buona preparazione di metodologia della ricerca, sia quantitativa che qualitativa, il laureato magistrale sarà in grado di competere per ruoli di quadro, funzionario, dirigente, formatore, consulente libero professionista in diversi mercati del lavoro, oltre che essere inserito in carriere di ricerca avanzata.
In particolare i profili professionali dei laureati magistrali saranno caratterizzati da competenze specialistiche relative a: a) strumenti concettuali e metodologici per l'analisi delle diverse forme organizzative e del comportamento umano al loro interno, per l'individuazione dei problemi di gestione delle relazioni di impiego nelle organizzazioni pubbliche/private e del terzo settore, nonché delle possibili soluzioni; b) strumenti teorici e metodologici per l'analisi delle trasformazioni delle professioni e dei fabbisogni formativi; c) strumenti teorici e metodologici per l'analisi dei problemi di regolazione dei mercati dei beni, dei servizi e del lavoro in condizioni di incertezza; d) strumenti concettuali e tecniche per l'accompagnamento della pubblica amministrazione nella progettazione integrata, implementazione e valutazione delle politiche pubbliche e per facilitare la cooperazione fra attori individuali e collettivi nella formulazione di progetti rilevanti per le comunità locali; e) strumenti teorici- metodologici e tecniche per la costruzione di sistemi di indicatori sociali e di sistemi informativi, nonché per la trattazione delle informazioni degli archivi amministrativi; f) strumenti teorici – metodologici e tecniche di raccolta e analisi dei dati per lo studio dinamico dei bisogni, dei disagi, delle disuguaglianze sociali, delle varie tipologie di comportamento sia individuale che collettivo e delle diverse forme di scambio sociale con attenzione agli aspetti simbolici e comunicativi; g) strumenti teorici – metodologici, tecniche di analisi e competenze sulle fonti dati per lo studio comparato a diversi livelli di scala territoriale dei contesti di vita quotidiana, dei cambiamenti istituzionali e del mutamento culturale.
Di seguito sono indicate le professioni alle quali i laureati magistrali più direttamente possono essere considerati preparati.
Il corso prepara alle professioni di
Professione
Sociologi - (2.5.3.2.1)
Analisti di mercato - (2.5.1.5.3)
Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private - (2.5.1.2.0)
Docenti della formazione professionale - (2.6.5.4.1)
Esperti della progettazione formativa e curricolare - (2.6.5.4.2)
Specialisti nelle pubbliche relazioni, dell'immagine e simili - (2.5.1.6.0)
Specialisti in scienze sociali - (2.5.3)
Specialisti della gestione nella Pubblica Amministrazione - (2.5.1.1.1)
Specialisti del controllo nella Pubblica Amministrazione - (2.5.1.1.2)
Specialisti dell'organizzazione del lavoro - (2.5.1.3.2)
Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze economiche, politiche, sociali e statistiche - (2.6.2.0.9)
Specialisti in risorse umane - (2.5.1.3.1)

Massimo numero di crediti riconoscibili (DM 16/3/2007 Art 4) 6
(Crediti riconoscibili sulla base di conoscenze e abilità professionali certificate individualmente, nonché altre conoscenze e abilità maturate in attività formative di livello post-secondario alla cui progettazione e realizzazione l'università abbia concorso)


Sede del corso: TORINO (Vicolo Benevello 3/a 10124 )
Organizzazione della didattica altro: 4 cicli didattici nell'anno accademico
Modalità di svolgimento degli insegnamenti Convenzionale
Data di inizio dell'attività didattica 27/09/2010
Utenza sostenibile120


Docenti di riferimento


TORINO
  • prof. ALBANO Roberto (SPS/07)
  • prof. BOSCO Nicoletta (SPS/08)
  • prof. CARDANO Mario (SPS/07)
  • prof. FERRERO CAMOLETTO Raffaella (SPS/08)
  • prof. MEO Antonella (SPS/07)
  • prof. NALDINI Manuela (SPS/08)
  • prof. NUCIARI Marina (SPS/07)
  • prof. SCAMUZZI Sergio Bernardino S. (SPS/07)
  • prof. SCIARRONE Rocco (SPS/09)
  • prof. STORTI Luca (SPS/09)


Tutor disponibili per gli studenti
  • prof. BOSCO Nicoletta
  • prof. FERRERO CAMOLETTO Raffaella
  • prof. MEO Antonella
  • prof. NEGRI Nicola
  • prof. SCIARRONE Rocco
  • prof. STORTI Luca


Previsione e programmazione della domanda
Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo anno (art.1 Legge 264/1999)No
Programmazione locale (art.2 Legge 264/1999)No


Insegnamenti del corso


Attività caratterizzanti

ambito disciplinaresettoreDocentiCFU
Discipline sociologiche SPS/07 Sociologia generale
29
30
Discipline storico-filosofiche SPS/02 Storia delle dottrine politiche
SPS/01 Filosofia politica
M-STO/04 Storia contemporanea
M-FIL/03 Filosofia morale
9
3
31
7
6
Discipline giuridico-politologiche SPS/04 Scienza politica
SPS/03 Storia delle istituzioni politiche
IUS/07 Diritto del lavoro
13
2
7
6
Discipline matematico-statistiche ed economiche SECS-S/05 Statistica sociale
SECS-S/04 Demografia
2
3
6
Discipline antropologiche, storico-geografiche e psico-pedagogiche M-STO/04 Storia contemporanea
M-PSI/06 Psicologia del lavoro e delle organizzazioni
M-PSI/05 Psicologia sociale
M-GGR/02 Geografia economico-politica
M-DEA/01 Discipline demoetnoantropologiche
31
10
9
9
14
6
Totale Attività Caratterizzanti54




Attività affini

ambito disciplinaresettoreDocentiCFU
Attività formative affini o integrative SPS/12 Sociologia giuridica, della devianza e mutamento sociale
SPS/11 Sociologia dei fenomeni politici
SPS/10 Sociologia dell'ambiente e del territorio
SPS/09 Sociologia dei processi economici e del lavoro
SPS/08 Sociologia dei processi culturali e comunicativi
SPS/07 Sociologia generale
1
2

14
18
29
30
Totale Attività Affini30



Altre attività

CFU
A scelta dello studente12
Per la prova finale18
Ulteriori conoscenze linguistiche0-6
Abilità informatiche e telematiche0-3
Tirocini formativi e di orientamento6
Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro0-3
Totale Altre Attività36



TOTALE CREDITI120