OFF.F - Offerta formativa
MIUR
in collaborazione con CINECA
Cerca

Università
Università degli Studi di ROMA "Tor Vergata"

Classe di laurea
LM-6 Biologia

Nome del corso
Biologia ed Evoluzione Umana

Facoltà del corso
SCIENZE MATEMATICHE FISICHE e NATURALI

Sito del corso
http://www.scienze.uniroma2.it

Obiettivi formativi qualificanti della classe: LM-6 Biologia
I laureati nei corsi di laurea magistrale della classe devono:
• avere una preparazione culturale solida ed integrata nella biologia di base e nei diversi settori della biologia applicata e un'elevata preparazione scientifica e operativa nelle discipline che caratterizzano la classe;
• avere un' approfondita conoscenza della metodologia strumentale, degli strumenti analitici e delle tecniche di acquisizione e analisi dei dati;
• avere un'avanzata conoscenza degli strumenti matematici ed informatici di supporto;
• avere padronanza del metodo scientifico di indagine;
• essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua
dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari;
• essere in grado di lavorare con ampia autonomia, anche assumendo ruoli manageriali che prevedano completa responsabilità di progetti, strutture e personale.

I laureati dela classe possono svolgere attività professionali e manageriali riconosciute dalle normative vigenti come competenze della figura professionale del biologo in tutti gli specifici campi di applicazione che, pur rientrando fra quelli già previsti per il laureato triennale della Classe 12, richiedano il contributo di una figura di ampia formazione culturale e di alto profilo professionale.
I principali sbocchi occupazionali previsti dai corsi di laurea della classe sono quelli di seguito esposti, che comunque non esauriscono il quadro del potenziale mercato del lavoro, e si riferiscono a:
• attività di promozione e sviluppo dell'innovazione scientifica e tecnologica, nonché di gestione e progettazione delle tecnologie;
• attività professionali e di progetto in ambiti correlati con le discipline biologiche, negli istituti di ricerca, pubblici e privati, nei settori dell'industria, della sanità e della pubblica amministrazione, con particolare riguardo alla conoscenza integrata e alla tutela degli organismi animali e vegetali, dei microrganismi, della biodiversità, dell'ambiente; allo studio e alla comprensione dei fenomeni biologici a livello molecolare e cellulare; alle metodologie bioinformatiche; alla diffusione e divulgazione scientifica delle relative conoscenze; all'uso regolato e all'incremento delle risorse biotiche; ai laboratori di analisi biologiche e microbiologiche, di controllo biologico e di qualità dei prodotti di origine biologica; alla progettazione, direzione lavori e collaudo di impianti relativamente ad aspetti biologici; alle applicazioni biologiche e biochimiche in campo industriale, sanitario, nutrizionistico, ambientale e dei beni culturali.

Ai fini indicati, i curricula dei corsi di laurea magistrale della classe:
• comprendono attività formative finalizzate ad acquisire conoscenze approfondite della biologia di base e delle sue applicazioni, con particolare riguardo alle conoscenze applicative, relativamente a biomolecole, cellule, tessuti e organismi in condizioni normali e alterate, alle loro interazioni reciproche, agli effetti ambientali e biotici sugli esseri viventi; all'acquisizione di tecniche utili per la comprensione dei fenomeni a livello biomolecolare e cellulare; al conseguimento di competenze specialistiche in uno specifico settore della biologia di base o applicata;
• prevedono attività formative, lezioni ed esercitazioni di laboratorio, in particolare dedicate alla conoscenza di metodiche sperimentali e all'elaborazione dei dati;
• prevedono, in relazione a obiettivi specifici, attività esterne come tirocini formativi presso aziende, strutture della pubblica amministrazione e laboratori, e/o soggiorni di studio presso altre università italiane ed europee, anche nel quadro di accordi internazionali;
• prevedono l'espletamento di una prova finale con la produzione di un elaborato in cui vengano riportati i risultati di una ricerca scientifica o tecnologica originale per cui si richiede un'attività di lavoro.

Ai fini di cui all'art. 10, comma 3 del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270, un Ateneo può attivare più Corsi di Laurea in questa Classe purché i loro ordinamenti didattici differiscano per almeno 40 crediti formativi.

Sintesi della consultazione con le organizzazioni rappresentative a livello locale della produzione, servizi, professioni
Per la Classe LM-6 si propone l'attivazione di quattro corsi di laurea magistrale,che sono la trasformazione dei corsi di LS già attivati(509.Le parti sociali riconoscono che i percorsi formativi sono distinti e mirati a approfondire:gli aspetti cellulari,molecolari,biochimici dei processi biologici,LM Biologia Cellulare e Molecolare;gli aspetti biomedici,di analisi,controllo di qualità e di igiene ambientale,e gli aspetti relativi all'evoluzione umana,LM Biologia e Evoluzione Umana;le conoscenze sulla biodiversità e l'ambiente,dalla conservazione alla gestione responsabile delle risorse rinnovabili,LM Ecologia e Evoluzione;gli aspetti bioinformatici per la gestione, utilizzazione e analisi computazionale di dati genetici e molecolari,LM Bioinformatica.Per la vastità di contenuti culturali e approcci metodologici e per l'evolvere di conoscenze in campo biologico,le parti sociali concordano con la proposta di offrire percorsi formativi avanzati,indipendenti e diversificati mirati agli sbocchi occupazionali che per il biologo sono molto eterogenei.La validità della proposta è confermata dall'alto livello di prosecuzione degli studi dal triennio al biennio e dall'arrivo di studenti da altre sedi nazionali.Le parti sociali esprimono parere favorevole all'organizzazione dei corsi sia dal punto di vista degli obiettivi formativi che delle moderne e avanzate prospettive occupazionali. Le lauree evidenziano apertura a enti esterni e possibilità di collegamento con imprese operanti nei settori biomedico,biomolecolare e ambientale.
Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo
Al termine del corso i laureati dovranno aver acquisito:
- una solida preparazione culturale nella biologia di base e nei diversi settori della biologia applicata, con un'elevata preparazione scientifica e operativa nelle discipline biologiche di interesse per la biologia e l'evoluzione umana;
- un'approfondita conoscenza della metodologia strumentale, degli strumenti analitici e delle tecniche di acquisizione e analisi dei dati;
- adeguate conoscenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione;
- la capacita' di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno la lingua inglese, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali;
- capacita' di lavorare con ampia autonomia, anche assumendo responsabilità di progetti e strutture, nell'ambito specialistico della biologia e dell'evoluzione umana;
- competenze particolari sulle caratteristiche biologiche della nostra specie da applicarsi in ambito bio-medico, medico-legale, evoluzionistico, anche ai fini della conservazione del patrimonio demo-etno-antropologico;
- competenze sulle metodiche per il recupero, l'estrazione e l'analisi del DNA a partire da materiale contemporaneo ed archeologico con l'applicazione delle moderne tecniche di analisi molecolare;
- competenze sui metodi di analisi statistica necessari in ambito evoluzionistico, medico-legale, e biomedico;
- una preparazione teorico-pratica adeguata per l'accesso a Dottorati di ricerca inerenti in particolare la biologia evoluzionistica e la biologia umana.

Descrizione
Il CdLM prevede insegnamenti nelle materie proprie delle scienze della vita. Fra questi sono rappresentate materie dell'ambito biomedico -ambito principale per la classe-, degli ambiti complementari biomolecolare, biodiversità e ambiente e nutrizionistico e dei settori affini e integrativi. In particolare il percorso formativo comprende corsi per avviare ai principali campi applicativi in biologia umana, dall'altro per offrire nozioni e capacita' operative di immediata applicabilita' negli sbocchi professionali. Il percorso formativo prevede inoltre corsi a scelta totalmente libera dello studente, un esame di lingua inglese avanzata, concepito per apprendere l'uso fluente, sia in comprensione che in scrittura, di terminologia e sintassi tecnico-scientifica e uno di abilità informatiche (INF/01), atto ad apprendere l'uso dei software più largamente utilizzati nell'analisi di dati pertinenti alle tematiche del CdLM.
Il percorso formativo è completato dalle attività sperimentali connesse con la preparazione della relazione scritta finale (tesi) e della sua stesura.
L'ordinamento didattico del CdLM è stato strutturato conformemente alle indicazioni offerte e alla proposta elaborata dal Collegio Nazionale dei Biologi delle Università Italiane (CBUI), in accordo con i rappresentanti ufficiali dell'Ordine Professionale dei Biologi. Il CdLM proposto risulta, pertanto, adeguato alle linee guida nazionali indicate dal CBUI. In accordo con il D.M. 270/04, le attività affini o integrative non comprendono SSD previsti per le attività di base e/o caratterizzanti, e sono stati identificati come i più idonei per caratterizzare i principali campi applicativi in biologia ed evoluzione umana.

Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i Descrittori europei del titolo di studio
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Acquisizione di competenze teoriche e operative (ivi comprese le metodologie statistiche) per la ricerca avanzata sugli aspetti morfologico/funzionali, chimici/biochimici, fisiologici, cellulari/molecolari, evoluzionistici, ecologico-ambientali di riproduzione, sviluppo ed ereditarietà specifici della specie umana.
Essere in grado di progettare procedure sperimentali per tematiche di ricerca in biologia umana.
Queste competenze sono ottenute tramite insegnamenti ed attività di laboratorio. La verifica delle conoscenze e capacità di comprensione viene fatta tramite prove, in itinere e finali, pratiche, scritte ed orali.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
Acquisizione di competenze applicative multidisciplinari di tipo metodologico, tecnologico e strumentale, per l'esecuzione di analisi biologiche, biomediche, microbiologiche e tossicologiche; di analisi e di controlli relativi alla qualità e all'igiene dell'ambiente e degli alimenti; per l'adozione esperta di metodologie biochimiche, biomolecolari, biotecnologiche, statistiche e bioinformatiche; per l'utilizzo di procedure metodologiche e strumentali ad ampio spettro per la ricerca in biologia umana.
Queste capacità sono sviluppate durante i corsi e le attività di laboratotio e nel periodo della tesi e saranno verificate durante gli esami e la prova finale di laurea.
Autonomia di giudizio (making judgements)
I laureati magistrali dovranno:
-essere in grado di valutare e interpretare in modo consapevole i dati sperimentali;
-essere in grado di eseguire ricerche bibliografiche e di selezionare i materiali interessanti, in particolare sul WEB;
-aver raggiunto un adeguato livello di capacità critica nella ricerca e nell'ambito delle attività professionali.
Tali capacità sono acquisite durante lo studio per la preparazione degli esami e durante la tesi, approfondendo alcuni argomenti specifici, anche con la consultazione di articoli su riviste. La valutazione dell'autonomia di giudizio avverrà durante l'esame finale.
Abilità comunicative (communication skills)
I laureati magistrali dovranno:
-acquisire la capacità di lavorare in gruppo;
-essere in grado di organizzare e presentare la propria ricerca, anche nell'ambito di convegni;
- avere una padronanza della lingua inglese tale da permettere l'interazione con ricercatori di altri paesi, anche attraverso la presentazione di risultati nell'ambito di convegni internazionali.
Queste capacità saranno acquisite sia durante la preparazione della propria tesi di laurea, sia con l'ausilio di attività seminariali, eventualmente anche in lingua inglese.
La verifica avverrà durante tali attività e nella prova finale.
Capacità di apprendimento (learning skills)
I laureati magistrali dovranno:
- essere in grado di sviluppare l'approfondimento continuo delle competenze, con particolare riferimento alla consultazione di materiale bibliografico, alla consultazione di banche dati e altre informazioni in rete, e alla fruizione di altri strumenti conoscitivi;
- essere in grado di proseguire gli studi in un dottorato di ricerca o altre scuole di specializzazione.

Conoscenze richieste per l'accesso
Per essere ammessi al corso di Laurea Magistrale in Biologia ed Evoluzione Umana occorre essere in possesso di una laurea di primo livello o diploma universitario di durata triennale o di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo.
Si richiedono inoltre alcune conoscenze di base quali:
fondamenti di biologia dei microrganismi e degli organismi, delle specie vegetali e animali, uomo compreso, a livello morfologico, funzionale, cellulare, molecolare, ed evoluzionistico; dei meccanismi di riproduzione e di sviluppo, e dell'ereditarietà. Elementi di base di matematica, statistica, informatica, fisica e chimica.
Il Regolamento Didattico del corso di studio determinerà i requisiti curriculari per l'accesso e i criteri per la verifica della preparazione individuale.

Caratteristiche della prova finale
La prova finale consiste nella preparazione e discussione di un'ampia relazione scritta, frutto di una originale e autonoma elaborazione dello studente nel settore da lui prescelto e derivante da una congrua attività sperimentale in laboratorio, su un argomento attuale di ricerca proposto dal relatore. La discussione avviene in seduta pubblica davanti ad una commissione di docenti che esprime la valutazione complessiva in centodecimi, eventualmente anche con la lode. La stesura della relazione anche in lingua inglese comporterà un incremento nel punteggio per il voto finale di laurea.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati
Il laureato in Biologia ed Evoluzione Umana potrà operare in strutture pubbliche o private, dove sarà in grado di applicare le sue conoscenze ai fini altamente professionali di promozione, progetto e sviluppo dell'innovazione scientifica e tecnologica nel settore umano anche nell'ambito dei sistemi di certificazione e controllo di qualità. Tra le strutture vanno ricordate: Università, Enti di Ricerca, Soprintendenze, Musei, Aziende Sanitarie Locali, Laboratori di Analisi, Laboratori di Analisi di reperti biologici della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri, ecc. Avranno accesso al Dottorato di Ricerca. Potranno esercitare la libera professione previa iscrizione all'Albo Nazionale dei Biologi, dedicarsi all'insegnamento nelle scuole secondarie e/o occuparsi di divulgazione scientifica.
Il corso prepara alle professioni di
Professione
Biochimici - (2.3.1.1.2) visualizza
Biologi, botanici, zoologi ed assimilati - (2.3.1.1)
Biotecnologi alimentari - (2.3.1.1.4) visualizza
Biologi - (2.3.1.1.1) visualizza

Massimo numero di crediti riconoscibili (DM 16/3/2007 Art 4) 12 - Nota 1063 del 29/04/2011
(Crediti riconoscibili sulla base di conoscenze e abilità professionali certificate individualmente, nonché altre conoscenze e abilità maturate in attività formative di livello post-secondario alla cui progettazione e realizzazione l'università abbia concorso)


Sede del corso: ROMA (Via della Ricerca Scientifica 1 00133 )
Organizzazione della didattica semestrale
Modalità di svolgimento degli insegnamenti Convenzionale
Data di inizio dell'attività didattica 10/10/2011
Utenza sostenibile75


Docenti di riferimento
ROMA
  • prof. FUCIARELLI Maria Felicita (BIO/08)
  • prof. NOVELLETTO Andrea (BIO/18)
  • prof. ROSSI Luisa (BIO/12)
  • prof. SANTORO Maria Gabriella (MED/07)


Tutor disponibili per gli studenti
  • prof. IODICE Carla
  • prof. LULY Paolo
  • prof. NOVELLETTO Andrea
  • prof. ROSSI Luisa


Previsione e programmazione della domanda
Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo anno (art.1 Legge 264/1999)No
Programmazione locale (art.2 Legge 264/1999)No


Insegnamenti del corso


Attività caratterizzanti

ambito disciplinaresettoreDocentiCFU
Discipline del settore biodiversità e ambiente BIO/08 Antropologia
5
6
Discipline del settore biomolecolare BIO/18 Genetica
BIO/10 Biochimica
12
29
15
Discipline del settore biomedico MED/07 Microbiologia e microbiologia clinica
MED/04 Patologia generale
BIO/16 Anatomia umana
BIO/12 Biochimica clinica e biologia molecolare clinica
BIO/09 Fisiologia
17
15
7
16
15
30
Totale Attività Caratterizzanti51




Attività affini

ambito disciplinaresettoreDocentiCFU
Attività formative affini o integrative SECS-S/01 Statistica
L-LIN/12 Lingua e traduzione - lingua inglese
INF/01 Informatica
5
4
12
12
Totale Attività Affini12



Altre attività

CFU
A scelta dello studente9
Per la prova finale45
Totale Altre Attività57



TOTALE CREDITI120